mercoledì 1 maggio 2013

ROSSO e RICCIO


L’altro giorno guardavo la Piccola che era girata ad osservare delle fontanelle di acqua davanti alla piscina del paese.

Le guardavo i capelli, i riccioli.

E mi veniva da sorridere. Chi mai avrebbe detto che avrei avuto una figlia rossa e riccia. Non ce ne sono in famiglia, non che io sappia o abbia visto. Forse qualche parente lontano. E chissà, forse con qualche origine anglosassone.

Quando è nata ricordo la prima frase dell’ostetrica che, ancor prima che io potessi vedere la mia piccola, disse:
Ma da chi ha preso questa bella rossina?”.

Io e Mr.F., quel 2 febbraio dello scorso anno, ci siamo guardati entrambi consapevoli di non sapere assolutamente dare una risposta.

Sopracciglia rosse e pelle bianchissima.

E più passano i mesi e più si formano i ricci.

La gente in paese mi ferma spesso per guardarla e commentare il colore dei suoi capelli. Se esco di casa, sicuro come l’oro, che almeno due/tre persone mi fermano e commentano. Chi positivamente, chi negativamente.

La settimana scorsa ero in Inghilterra e ho visitato tante scuole elementari per poter scegliere quella giusta per il Grande.

Capelli rossi? Direi che ne ho visti su più del 50% dei bambini.

Sicuramente per strada nessuno mi fermerà più per commentare il colore dei capelli della mia bimba.

Mi sa che era proprio destino!

2 commenti:

  1. eh sì ...era proprio destino! mi fa sorridere questo post dedicato tutto alla piccola...la "nostra" rossa di capelli!!!

    RispondiElimina