lunedì 23 settembre 2013

VISITIAMO YORK (parte 3)


Eccoci all’ultimo post su York.

B&B, locali e ristoranti.



Abbiamo alloggiato in un grazioso B&B molto vicino alle mura della città.

E questo è valso il posto!

Parcheggiare è impossibile in centro York e tutto intorno alle mura il parcheggio è a pagamento.

Questo B&B ci garantiva il parcheggio per le due giornate che abbiamo passato lì nel prezzo della stanza.

The Cavalier.

E’ un B&B senza troppe pretese, molto semplice e pulito.

Perfetto per noi.

La ‘family room’ aveva due letti matrimoniali e un letto singolo.

In più ci hanno dato un lettino da campeggio per la Piccola.

Il Grande ha dormito su un lettone tutto per lui.

Felicissimo!

La prima cena l’abbiamo fatta in un pub tipicamente inglese raccomandato in una delle guide che avevamo trovato all’ufficio turistico.

Thomas’s of York.

Ottimo.

Abbiamo mangiato benissimo ad un buon prezzo.

E in più c’erano un sacco di giochi in scatola che ci hanno aiutati ad intrattenere il Grande e la Piccola nell’attesa che il nostro ordine venisse servito.

La seconda sera abbiamo cenato in un ristorantino che osservavamo sempre passeggiando.

La sua particolarità è l’essere un ristorante vegano.

Eravamo all’inizio un po’ scettici per i bambini che invece, sorprendentemente, hanno assaggiato e mangiato un po’ di tutto.

Colori, sapori e odori spagnoleggianti!

El Piano.

Consigliatissimo.
I due pranzi li abbiamo fatti per strada e nei parchi.

Il secondo giorno c’è stato anche il tempo per una merenda pomeridiana.

E che posticino abbiamo trovato.

Una cupcakery dove mangiare dei favolosi cupcake e bere una tazza di tè.

Crumbs Cupcakery.
Il tè alla menta che ho preso era buonissimo e mi sono portata via l’etichetta per curiosare un po’ sul sito dove viene venduto.


Ho scoperto che in paese, una delle caffetterie del centro, lo vende al dettaglio.

Credo che non resisterò a lungo prima di comprarne un po’.

Conclusione di questa nostra mini vacanza di due giorni: YORK, una città da visitare!






Nessun commento:

Posta un commento