venerdì 28 febbraio 2014

Agli SCOIATTOLI non piace la liquirizia



Lo scoiattolo è marrone
Per non fare confusione
Con Loreto il pappagallo
Rosso, azzurro, verde e giallo.

Lo scoiattolo saltella
Ha una coda molto bella:
sopra i rami corre, sfreccia..
è marrone la corteccia

Mentre morsica una ghianda
un bel picchio gli domanda:
“Dove hai preso il tuo colore?
Non di certo da un bel fiore!”

“Me l’ha dato l’acqua e il sole
Che fan crescere le nocciole.
Io le mangio -che bontà-
E il marrone eccolo qua

Elio Giacone


Scoiattoli ovunque in Inghilterra.
Lo sanno tutti.
Sono nei parchi, nei paesi, nelle città, nei boschi.
E, spesso, anche nei giardini di casa.
Ma nei giardini fanno un bel po’ di danni a piante e fiori!

Forse, però, non tutti sanno che agli scoiattoli non piace assolutamente la liquirizia.
Eravamo in un parco e decine di scoiattoli si arrampicavano sugli alberi, correvano nel prato e attraversavano canali.

Gli diamo da mangiare mamma?
La nonna ha subito preso dalla borsa qualche liquirizia.
Quella pura, quella che ti alza la pressione.
Nonna, la liquirizia?
Certo, proviamo!
Proviamo.
Non funziona.
Agli scoiattoli non piace la liquirizia.

Ma nella borsa avevo dei biscottini al cioccolato.
Per la merenda dei bambini.
Proviamo con i biscotti al cioccolato?
Funziona mamma! Funziona.

E così uno scoiattolo più coraggioso di altri si è avvicinato al Grande.
Gli rubava pezzettini di biscotti e poi si girava di spalle a mangiarli indisturbato.
Poi si riavvicinava e prendeva un altro pezzettino di biscotto.
E così via fino a quando non si è riempito la pancia.

Agli scoiattoli piacciono i biscotti al cioccolato.
Ma non sappiamo se, dopo, gli sia venuto anche il mal di pancia!

 

mercoledì 26 febbraio 2014

PUT THE KETTLE ON




Biblioteca, martedì mattina, storie e canzoncine.

Tutti i martedì mattina, io e la Piccola, frequentiamo un gruppo di mamme e bimbi tenuto presso la biblioteca del paese.

Bellissimo momento in cui bambini, tra i 6 mesi e i 3 anni, cantano e ballano su un grande tappetone colorato.



E dopo mesi di frequentazione anche la mia Piccola canta.

In inglese.



E tra le varie canzoni poteva forse mancare un inno al momento del tè?

Certo che no.

Una delle frasi che maggiormente ho sentito da queste parti è stata “Let’s put the kettle on”.

Quanto è vera…



E così fa Polly.



Polly put the kettle on,

Polly put the kettle on,

Polly put the kettle on

We’ll all have tea.



Sukey take it off again,

Sukey take it off again,

Sukey take it off again,

They’ve all gone away.



E così fa la Piccola con la sua mini cucina e le sue bambole.


Il tè viene servito praticamente ovunque.
Fortunatamente a me piace molto.
Dalla parte opposta della città di Nottingham, rispetto a dove siamo noi, c’è l’Ikea.
E noi siamo andati a curiosare.
Stesso stile, stesso ordine, stessi prodotti che trovi in Italia.
Ma, senza dubbio, il bar e il self-service è pensato per il pubblico inglese.
Non c’è l’offerta ‘caffè+cornetto’, non la prenderebbe nessuno.
Ma con 1,99 sterline puoi prendere un vassoio a due piani con pasticcini e due tazze di tè.
Molto molto buono!

Il tè per gli inglesi è davvero un pic-nic al coperto

Alice Walker



Enjoy your tea!