mercoledì 5 marzo 2014

ALCUNE COSE PROPRIO NON LE CAPISCO



Circa 6 anni fa, degli amici inglesi, sono rimasti a casa nostra per una settimana per visitare Milano e le città limitrofe.

Il secondo giorno, sono rientrati a casa nostra con un regalo.

Un bollitore. Kettle.

Non capiamo perché voi italiani non usiate un bollitore per fare il tè, ma scaldate l’acqua nel pentolino. Oggi siamo stati alla Rinascente e vi abbiamo comprato un bollitore.

Bellissimo.

L’abbiamo ancora con noi e lo usiamo tutti i giorni.



Ora, però, tocca a me fare un elenco di alcune cose che, non capisco perché, gli inglesi, usino ancora moltissimo.
E credo che ce ne siano anche altre che ora mi sfuggono.



1. Mixer

La maggior parte dei lavandini hanno due rubinetti. Uno per l’acqua calda (bollente) e uno per l’acqua fredda (gelata). E non hanno un mixer.

Se vuoi dell’acqua tiepida devi mettere il tappo nel lavandino, aprire entrambi i rubinetti e riempirlo fino a quando non trovi la temperatura giusta.


2.Cordicella
In bagno non troverete il classico interruttore per accendere la luce, ma una simpatica cordicella da tirare.
Il motivo credo sia una paura matta di incidenti domestici con acqua e elettricità nei bagni.
Per lo stesso motivo non troverete, nella maggior parte dei bagni, delle prese per phon, rasoi o altri dispositivi elettrici.
Noi, i capelli, li asciughiamo in dressing room!


3. Bidet
No, non c’è.
Non è previsto nel pacchetto bagno.


4. Electric shower
Ma perchè va tanto di moda? Cosa c’è che non va con le docce normalissime che abbiamo noi e che sono tanto comode e potenti?


5. Tende
Centinaia di tende diverse.
Alcune anche molto belle.
Si utilizzano, prima, delle tende oscuranti che scendono aderenti alla finestra. In genere monocolore.
E poi dei tendoni, anch’essi molto oscuranti, che si abbinano alla stanza e che hanno varie fantasie.
Ma le tapparelle?
Quelle comode, oscuranti, che al mattino non fanno entrare neanche un filo di luce e ti permettono di dormire un poco di più se, come me e i miei bambini, siete sensibilissimi alla prima luce del giorno.

6. Carpet
Moquette ovunque. Anche in bagno a volte.
A dire la verità qualcosa sta cambiando nel gusto inglese. Vedo tante case che, per lo meno al piano terra, preferiscono il parquet alla moquette.
Ma al primo piano è davvero ancora molto diffusa.
E io non la sopporto.
Quando passo l’aspirapolvere raccolgo talmente tanta polvere e sporco che la staccherei dal pavimento se potessi.

7. Allarmi anticendio
In tutte le case che ho visitato ho sempre trovato l’allarme antincendio.
Forse perché gran parte delle case è in legno e gli incendi accadono spesso.
Detto questo, quando cucino ( e in questa casetta manca la cappa!) l’allarme suona spessissimo.
Noi ne abbiamo due e uno è ormai impazzito.
Un giorno ha iniziato a suonare ogni 5 minuti senza motivo e non c’è stato modo di fermarlo.
Ora come ora, fino a quando non lasceremo questa casa, è chiuso in una scatola delle scarpe in un armadio.
E non suona più.

Prossimamente ci sarà anche su post sulle cose che apprezzo tantissimo degli inglesi.

Fortunatamente ci sono e sono tante!
 
 
 
 

3 commenti:

  1. Dai rifai il bagno e metà delle cose sono risolte :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi a chi la rivendo...ad italiani? ;)

      Elimina
  2. noooo i rubinetti non si possono vedere...
    il bidet ok, ero preparata, sembra che solo gli italiani abbiano capito che serve eccome se serve...
    la moquette la renderei fuorilegge. sai gli acari!
    la cordicella fa molto film anni 30!
    ciao
    Rossella
    ps: aspetto con curiosità la " rivincita " inglese!

    RispondiElimina