giovedì 19 giugno 2014

MAPPE




In cameretta doveva esserci. Era  l’unico punto fermo.
Una mappa.
Una cartina del mondo per bambini.

Per viaggiare, per sognare, per imparare le distanze.
La guardiamo tutti i giorni e capiamo cosa è l’Europa, cosa è l’Inghilterra e cosa è l’Italia.
In questo periodo, con i mondiali, siamo sempre lì, con il naso sul muro per capire da dove vengono i calciatori.

Questa mappa ha un pennarello per scrivere.
Si scrive e si cancella.
Dove è stato il papà per lavoro, dove la mamma, dove lo zio.
Quali posti abbiamo visitato.
Quali posti vorremmo visitare.

Mr F. viaggia spesso per lavoro.
Un po’ qua e un po’ là.
E noi gli facciamo compagnia guardando le nazioni che visita.
E sognando quale regalino ci potrebbe portare dal Paese che lo ospita.


Lei si sentiva sempre molto sola, perché lui faceva molti viaggi per lavoro. Un giorno lui portò a casa un San Bernardo e le disse: “Ti ho fatto un regalo. Si chiama Estrema Riluttanza. Così quando vado via potrai sempre dire che ti ho lasciato con estrema riluttanza”. Lei lo colpì con un mestolo.
C. Schulz
 

1 commento: