giovedì 17 luglio 2014

ODD and EVEN



L’altro giorno il Grande mi ha svelato una cosa che, a me, ha divertito moltissimo.
A matematica ha imparato a distinguere i numeri pari dai numeri dispari.
Pari e dispari.
Odd and even.


Prima ha contato il numero di fusilli che gli erano rimasti nel piatto e mi ha detto che erano pari e poi mi ha dimostrato come la maestra gli ha insegnato a distinguerli.

A scuola abbiamo studiato odd and even numbers” e lo ha detto con una pronuncia che farebbe invidia a chiunque.

Si fa così mamma
E ha chiuso le due mani incrociando le dita tra loro.

One doesn’t have a friend. It’s odd.
Two has a friend. It’s even.
Three doesn’t have a friend. It’s odd.
Four has a friend. It’s even.

E così via fino al dieci.
Quando le dita sono finite non è un grosso problema.
Lui ha imparato il concetto e va avanti ad oltranza.
In inglese sa contare fino a mille, potrebbe andare avanti per diverse ore.
Fino a quando non lo si ferma.


Ten has a friend. It’s even.


PS: Aggiornamento lingua inglese.

 Credo che l’inglese del Grande stia migliorando troppo velocemente.
Più del mio.
E’ questo mi causa non poca invidia.

Ieri sera prima di andare a dormire mi dice “Mum, it’s so hot that I’m boiling”. Se lo ripetono a scuola, tra una lezione e l’altra, i bambini.

E prima ancora, in un frase, ha infilato la parola actually.
E’ una parola che a me piace tantissimo quando la sento dagli inglesi. Non so perché, ma mi piace.
Riesco ad usarla nello scritto, ma nel parlato non mi viene ancora spontanea.
Sentirla pronunciare, con tanta disinvoltura, dal proprio figlio seienne fa un certo effetto.
 

3 commenti:

  1. dai che tra poco siete qui!!!!

    RispondiElimina
  2. Tu non sai quanto ti invidio....invidia buona, eh??!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Perchè ho imparato come si dice in inglese "pari e dispari"? :) Un abbraccio!

      Elimina