martedì 9 dicembre 2014

Piccolo DIY natalizio e pensieri sparsi sul Natale Expat

La casa si sta un po’ colorando di rosso, bianco e verde. Con qualche tocco di marrone.
Sono i nostri colori di Natale.
Saremo in Italia per Natale e, nella nostra casetta italiana, ci sarà il nostro presepe e il nostro albero di sempre ad aspettarci.

Però è ora di pensare a decorare questa casa che diventa ogni giorno più nostra.


Abbiamo realizzato un vasetto natalizio con una bottiglietta di vetro di una bibita e del filo spesso preso anni fa all’Ikea.
Abbiamo usato del nastro biadesivo applicandolo al vetro e, con un po’ di pazienza, un giro di qua e un giro di là, abbiamo arrotolato e fissato lo spago lungo tutta la bottiglia.
Il risultato ci è piaciuto tanto e abbiamo realizzato diverse bottigliette.
Fino a quando non abbiamo finito lo spago!

Abbiamo poi decorato qualche angolo di casa.
Le scale, la porta, un piccolo alberello sopra il mobile. Il nostro albero dell’autunno che si è trasformato in albero di Natale.

Ci manca un po’ di calore e abbiamo deciso che, il prossimo anno, ci sarà anche il presepe e l’albero in questa casa inglese.
Fanno ancora più casa!

E’ strano dividersi per il periodo natalizio.
Vivendo in un paese non lontano dall’Italia ed essendo perfettamente collegati con Milano, tornare a casa per le feste è più facile.
E siamo felicissimi per questa fortuna.

Ma a volte ti senti un po’ spezzata.
Spezzi il ritmo del riposo che ha un ritmo tutto suo.
Spezzi lo stile e le abitudini di Natale che sono diverse tra UK e Italia.
Spezzi le amicizie che hai formato in Italia, ma ora anche in UK, e che, nel periodo natalizio, si ritrovano e tu non sei, a volte, né di qua né di là.

Ma ritrovi la famiglia.
Quella famiglia che ti aspetta sempre, nonostante tutto. 
Nonostante il tempo, nonostante la distanza, nonostante gli usi e i costumi che cambiano, nonostante te stessa che cambi.
E’ un punto fermo.
E se anche tutto intorno a te gira e si spezza, tu rimani in piedi.
Felice e sorretta.

10 commenti:

  1. E' bello tornare a casa per Natale. Io vivo in California da 17 anni e sono tornata in Italia per Natale soltanto una volta. Le vacanze natalizie sono troppo brevi e quindi scegliamo sempre di tornare in estate. Per fortuna ai nonni piace passare il Natale qui da noi al caldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che ci sono i nonni che non si spaventano per il lungo viaggio! Chissà come deve essere un Natale al caldo!! :)

      Elimina
  2. ciao miriam, in due g mi sono letta tutta la tua storia….mi hai fatto compagnia persino alle 630 del mattino mentre a razzo faccio colazione……mi hai appassionato…seguo anche fabiana e credo siate due mamme stupende ! io ho sfiorato la possibilità di un expat per ora archiviato ma sono affascinata e non perso i vs racconti. Leggendo ho sentito la tua forza e determinazione, complimenti !!

    Un abbraccio

    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, benvenuta! Grazie per il tuo commento così carino!
      L'espatrio una possibilità sfiorata dici...chissà forse in futuro ti troverai a dover vivere questa avventura.. dove vorresti o potresti andare?
      Tanto piacere di averti conosciuta...ti aspetto ancora!
      Un abbraccio,
      Miriam
      PS: Fabiana è una forza della natura... ;)

      Elimina
    2. ciao ! Grazie per la tua rispo !!
      sfiorato nel senso che la proposta per mio marito c'era ma poi si è arenata. sarebbe stato in america florida, o south carolina…..pensa che agli inizi quando la cosa si ventilava ne ho versate di lacrime,,,per i miei genitori, per le difficoltà mie e dei bimbi , anche perché il Viaggiatore lui la avrebbe viaggiato comunque e io mi immaginavo sola in un paese sconosciuto con 2 bambini….che lacrime…per cosa ?? nulla visto che poi il tutto è scemato…mi sono sentita un?idiota, ma cosa ti devo dire, sono fatta così

      un abbraccio e compli per la tua nuova casa come la stai sistemando è bellissima proprio i miei gusti !!

      Elimina
    3. Dai chissà il futuro! LE lacrime versate normalissime sai... io a fiumi e fiumi. Prima di partire per i miei genitori, gli amici, i miei bimbi, il mio lavoro lasciato, me stessa...è un bel taglio! :) Ci stanno le lacrime dai...e ci sono anche oggi nella vita di tutti i giorni perchè non è sempre facile. Ma è una bellissima avventura e sono felice di viverla. Con tutte le difficoltà del caso e con tutte le opportunità ed occasioni da cogliere al volo! Un grosso in bocca al lupo allora per tutto!

      Elimina
  3. Quanto capisco questo sentimento del sentirsi "spezzati", sara' forse per questo che quest'anno abbiamo deciso di non tornare (oltre al costo stratosferico dei voli!). Per noi fare Natale qui ci fa sentire a casa anche se il dispiacere di non poter passare il natale con le nostre famiglie rimane. Questa volta avevamo bisogno di riposo, perche' le vacanze natalizie per noi non sono riposanti tra uno spostamento e l'altro e le mille cose da fare ogni volta. Le nostre famiglie ci hanno appoggiato anche in questo, perche' loro sono il punto fermo, come dici tu e capiscono anche le decisioni a loro non favorevoli (non poter aver la gioia e le grida dei nipoti per Natale per loro e' un immensa sofferenza!). Il mio sogno e' averli tutti qui un giorno, chissa' forse per un natale riusciremo ad organizzarci. Voi approfittate di tutto e tutti, godetevi ogni istante, fatevi coccolare a piu' non posso e .... me lo porti un tartufone?? ah ah! un abbraccio natalizio

    P.S.: Grazie a te e Chiara per i complimenti... la parte di me vanitosa ringrazia caldamente! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me verranno a passare il Natale in terra anglosassone, vedrai. Diamogli un attimo di tempo. :)
      Vuoi un tartufone o un mega pacco di biscotti? Ma scusa, se hai il porchettaro a due metri da casa... non ti può mancare il cibo italiano! :) Qua invece,nella profonda campagna inglese, beh... qualcosa manca.. Vado a fare il pieno.
      Un abbraccio,
      Miriam

      PS: Un caro saluto anche alla parte vanitosa, ogni tanto mi piace stuzzicarla! ;)

      Elimina
  4. questo sarà il mio primo natale in Italia dopo 3 anni....sono super super emozionata!! Io sono troppo impedita con le attività manuali..devo migliorare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow Mimma..chissà che emozione vostra e di coloro che vi aspettano a casa! Vi auguro di fare un bel pieno di coccole, emozioni, sorprese e specialità italiane! ;)

      Elimina