martedì 24 febbraio 2015

PUZZLE

I puzzle sono, da sempre, una mia grande passione.
Mi piacciono, mi rilassano.

Ho dei ricordi molto forti di ore passate nella sala di mia nonna, insieme a lei.
Lei era paziente.
Infinitamente paziente.
Divideva prima la cornice dal resto e poi divideva i pezzi per colore.
Sì fa così Miriam, un pezzo per volta”.
Mi spiegava, mi raccontava.
Restavamo chiuse in quella stanza per tempi lunghissimi. O perlomeno, questi sono i miei ricordi di bambina.
Facevamo puzzle enormi.

Adesso è il turno della Piccola che va matta per i puzzle.
Un passione travolgente che, probabilmente, finirà tra qualche mese o tra qualche anno.
Ma ora tocca a lei.
E noi ci perdiamo a mettere insieme i pezzi nella sua cameretta.
A ridere mentre lo facciamo perché lo facciamo insieme.
Lei chiede, io rispondo.
Lei mette il pezzo, io glielo passo.
Lei sbaglia e lo rigira diecimila volte prima di capire quale è la parte corretta. Quale l’incastro perfetto.
Ma non molla.
Poi il puzzle finisce e lei mi guarda.
Lo rifacciamo?
Due, tre, quattro volte.
Fino a quando io non ne posso più e le chiedo di cambiare gioco.
E lei mette via i pezzettini e mi dice “Lo riferemo, vero?

I puzzle ci piacciono.
Ci piacciono proprio tanto!

6 commenti:

  1. Mi sono accorta adesso che e' martedi' e che non avevo ancora visto il tuo post! Anche io adoro i puzzle, mi rilassano e mi fanno "rallentare". Sogno di poter avere un giorno una casa grande, con una stanza in piu' con un tavolo grande dove poter iniziare puzzle immensi e finirli giorno per giorno. Anche la mia piccola adora i puzzle e mi hai fatto venire in mente che e' da un po' che non li facciamo! Domani non c'e' scuola per lei e ho gia' una bella idea! Grazie amica! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se un giorno avrai una stanza così, devi invitarmi a casa vostra per un intero weekend. Io dormo lì, tra i pezzi dei puzzle! Buona giornata domani con la piccola di casa! ;) Un abbraccio

      Elimina
  2. Mi hai fatto ricordare l'infinità di puzzle che ha fatto mia figlia quand'era piccola. Era incredibilmete brava già a tre anni. Li completava a tempo di record. A volte io le mescolavo i pezzi di diversi puzzle e lei era capace di individuare a quale puzzle appartenesse ogni pezzo al primo sguardo. Una cosa incredibile. Adesso è grande, ha quasi 27 anni, e ha perso quella passione. Peccato. Era bellissimo vederglieli fare e aiutarla quand'era in difficoltà con quelli più difficili.
    Miriam, goditi questi bei momenti con la tua bimba. I figli diventano grandi in un battito di ciglia.
    Ti ringrazio del commento al mio ultimo post. Sei molto cara.
    Un abbraccio,
    Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa. Cerco di ricordarmi ogni giorno che questi momenti sono preziosi e tanto belli. Specialmente quando umanamente si è stanchi e si ha voglia solo di gridare/sgridare e chiudere tutto. Chissà, magari potresti regalare un puzzle un giorno a caso alla tua bambina di 27 anni con una bella lettera. Secondo me si ricorda di quei tempi passati...:) Un grande abbraccio a te, molto speciale. Miriam

      Elimina
  3. Anch'io sono una patita di puzzle e sono riuscita a trasmettere questa passione a mio figlio grande. Ha iniziato da piccolo a giocare coi puzzle e continua anche ora. Pensa che il saper fare bene i puzzle gli ha permesso di superare un assessment in una scuola inglese anche se parlava pochissimo inglese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita! Che bravo...la prossima volta che devo affrontare un esame provo con la stessa tecnica! ;)

      Elimina