martedì 12 maggio 2015

LOCH LOMOND National Park e il paesello di LUSS

Torniamo in Scozia ancora una volta.
Manca un’ultima tappa della nostra vacanza di Pasqua.
Dopo aver visitato due grandi citta’ scozzesi, Glasgow ed Edimburgo, abbiamo deciso di passare tutta una giornata nella natura.
La prima meta e’ stata il Parco Nazionale di Loch Lomond and the Trossachs.
Un gioiellino.


Abbiamo scelto uno dei tanti posti da cui partono camminate, sentieri, percorsi.
Da buoni turisti abbiamo scelto quello con il centro visitatori piu’ grande e non ne siamo rimasti delusi.
Il posto era in quota e dall’alto, con la giornata che abbiamo trovato, il panorama era assolutamente degno di nota.
Il centro visitatori, al suo interno, propone un piccolo museo con tante attivita’ per bambini che spiegano la flora e la fauna presenti nel parco.
Dopo una breve sosta, abbiamo scelto il nostro percorso.
Quello per bambini sulle tracce di Alice nel Paese delle Meraviglie.
Il trail di Alice e’ stato molto simpatico ed ha aiutato il Grande e la Piccola a camminare senza mai lamentarsi.


 
A meta’ percorso, all’interno della foresta, siamo stati sorpresi da una piccola cascata che ci ha obbligato ad una sosta e a giocare un po’.
A giocare con i sassi, con l’acqua e soprattutto con un piccolo sistema di dighe ideato apposta per far si che i bimbi si fermino, spostino le dighe, cambino il percorso dell’acqua e perche’ no, si bagnino anche un po’.
Abbiamo fatto tutto.
Poco piu’ avanti un piccolo villaggio hobbit. Un’altra sosta.
Ma, si sa, in vacanza, il tempo non si deve considerare.
Bisogna lasciarlo andare e soprattutto imparare a seguire i tempi dei bambini, che sono tempi sempre molto diversi dai nostri.


 
A fine percorso ci siamo anche regalati un pranzo con vista.
La giornata era magnifica, sole e cielo blu.
Non potevamo rinunciare ad un pranzo in quota, con grandi finestre che affacciavano sulla vallata.

Dopo pranzo abbiamo ripreso la macchina e ci siamo spostati sulle sponde del lago, nel minuscolo paese di Luss.
Un villaggio fatto da quattro cottage,una chiesa, un piccolo pub e un porticciolo.
Altra festa, altro tempo lento.
Io e Mr. F ci siamo seduti sulle sponde del lago, mentre i bimbi lanciavano sassi, si bagnavano e correvano su e giu’ per la spiaggetta.
Anche questa volta, l’orologio lo abbiamo lasciato in macchina. Non serviva.
Io mi sono divertita a guardare i ragazzi locali che, nonostante il divieto, continuavano a lanciarsi dal molo e fare un bagno nell’acqua gelata. Non sarei mai riuscita a farlo.



 
Proprio quando il sole stava per calare e noi eravamo quasi in macchina, ci siamo concessi un’ultimo capriccio.
Birra e patatine fritte all’aperto sui tavoli del piccolo pub.
L’atmosfera locale ci ha riscaldato e ci ha lasciato tanti bei ricordi di questa nostra vacanza scozzese.

 
 
 
 

4 commenti:

  1. Uno dei miei posti preferiti al mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cecilia, riesco proprio a capire il perchè! :)

      Elimina
  2. Quale meraviglia! La Scozia è uno dei miei sogni, mi piacerebbe riuscire ad organizzare una vacanza per poter incontrare ancora l'amichetta del cuore di mio figlio che è scozzese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovete andarci...è davvvero uno spettacolo!

      Elimina