mercoledì 28 ottobre 2015

UN WEEKEND AL NORD – Parte Prima


Siamo nel pieno dello school break di ottobre. 
Quest’anno io e Mr. F. non siamo riusciti a prendere nessun giorno di ferie.
Volevamo pero’ fare un regalo ai bambini e cosi’ siamo fuggiti verso il Nord dell’Inghilterra per due giorni.
Una sola notte fuori.
Sabato e domenica.
E’ bastato per fare festa!



Il Grande, a scuola, sta studiando gli antichi romani.
La nostra prima tappa, quindi, non poteva non essere che il vallo di Adriano, the Hadrian’s Wall, il muro costruito dagli antichi romani per tenere lontani gli scozzesi dai propri territori.
Il Grande, ovviamente, sapeva tutto sul vallo ed e’ stata la nostra guida al forte romano di Chester dove abbiamo imparato tantissime cose sulla vita dei soldati romani.


Io sono rimasta davvero stupita da quante cose abbia imparato, da come era emozionato nel vedere i resti di quello che un tempo era il forte, da come era voglioso di raccontarci tutto.
Con tantissima grinta ci ha spiegato che il riscaldamento era a pavimento e che i romani accendevano fuochi sotto i lastroni del pavimento per riscaldare le stanze.
Come a casa nostra in Italia, mamma

Ci siamo poi spostati verso il fiume dove abbiamo trovato i resti di una delle terme degli antichi romani.
Lungo il fiume, abbiamo visto quello che rimaneva dell'antico ponte e poi al di la' … il vallo, il muro che inizia a correre lungo tutta la campagna inglese da est a ovest.
Un taglio netto orizzontale.
 

Prima di procedere con il nostro programma, ci siamo fermati al piccolo museo di Chester dove due ragazze vestivano i bambini da antichi romani.
Era mattino presto e non c’erano ancora molti visitatori.
Il Grande ha potuto chiacchierare per molto tempo con la ragazza che lo vestiva da antico romano e che gli spiegava ogni singolo pezzo dell’uniforme.
Gli faceva domande e lui rispondeva a tutto.
Non posso dire che non abbia studiato!


Subito dopo hanno riunito i bambini nel prato dietro al museo e li hanno intrattenuti per una mezz’oretta spiegando loro come combattevano gli antichi romani.
Hanno fatto provare loro le lance, le spade, gli scudi, la marcia.
Si sono divertiti tutti moltissimo.
La Piccola si e’ limitata ad osservare la scena accanto a me, ma con il suo elmetto in testa.

Dopo un brevissimo picnic siamo partiti alla scoperta della citta’ di Durham, cittadina deliziosa famosa per la sua Cattedrale, il suo Castello e la sua Universita’.
Lasciata la macchina in uno dei parcheggi a pagamento ci siamo arrampicati sulla collina dove si trovano gli edifici principali che, imponenti, sovrastano la citta’. 
Li avevo visti una volta dal treno quando andavo a Edimburgo e mi ero detta che sarei dovuta tornare a visitare la citta’. 
E cosi’ e ‘ stato.



Tanti gli studenti nella piazza principale dove si affaccia l’Universita’, tanta vita e tanto chiacchiericcio.
Dopo una piccola merenda sul belvedere, abbiamo passeggiato tra le viette commerciali. 
Negozi, mercatini, cibo e musica.
Non contenti abbiamo deciso di prendere vie secondarie e ci siamo trovati a scoprire la Durham nascosta tra il verde, i portoncini colorati delle case e i vicoletti bui.


Il primo giorno di vacanza e’ volato.
Siamo arrivati nella nostra favolosa casa trovata con Airbnb in mezzo alla campagna inglese.
Un gioiellino nascosto tra pecore e campi.
Abbiamo acceso il caminetto e ci siamo guardati un film tutti insieme.
Ci siamo rigenerati. 
La domenica mattina ci aspettava la costa est, il mare, le scogliere, il faro, il paese di pescatori.
Ma questa e’ un’altra storia.


5 commenti:

  1. magari quest' altra storia ce la racconti mercoledi prossimo :) ?
    abbracci
    Rossella

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo! Aspetto il tuo racconto della costa est e prendo appunti perche' quelle zone sono nella nostra lista dei desideri! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti passo anche indirizzo di Airbnb ... una casetta da sogno! ;)

      Elimina