mercoledì 4 novembre 2015

Un WEEKEND AL NORD – Parte Seconda


Come promesso, raccontiamo la seconda tappa della nostra mini vacanza nello school break scolastico di fine ottobre.
Il mattino della domenica ci siamo svegliati molto presto e ci siamo spostati sulla costa est, non lontano dalla citta’ di Newcastle.
Una meta National Trust: Souter Lighthouse.

Il faro, che purtroppo era in ristrutturazione, apriva alle undici del mattino e noi, da buoni mattinieri, eravamo arrivati sulla costa alle nove e trenta.
Abbiamo passeggiato lungo la scogliera, ci siamo bevuti caraffe di te’ caldo, abbiamo fatto tante foto e tante corse.
Abbiamo ammirato i cavalli correre liberamente lungo la costa insieme ai loro fantini e abbiamo desiderato tanto provare a fare una cavalcata in un posto del genere. Una bella fortuna.


Alle undici eravamo pronti all’ingresso. I primi.
Una ragazza del National Trust ci ha mostrato velocemente tutte le stanze della struttura spiegandoci, a grandi linee, cosa avremmo potuto trovare in ogni angolo.
Poi ci ha lasciati liberi di curiosare.

La sala macchine, il modellino, i pezzi del faro di tanto tempo fa hanno incuriosito il Grande, mentre la Piccola ha preferito l’immancabile stanza dei giochi che sempre si trova nei musei, nelle case, nelle strutture da visitare con dei bambini.

Abbiamo giocato a lanciare messaggi con il codice luminoso delle navi e con le bandiere. Abbiamo fatto disegni di granchi e animali marini. Ci siamo travestite da principesse e da pirati. Abbiamo imparato a fare i nodi che ogni giorno dovevano fare i marinai sulle navi. Un mix di tutto.


Terminata la visita al faro siamo risaliti in macchina direzione Nord Yorkshire, piu’ a sud.
La nostra ultima meta e’ stato un piccolo villaggio di pescatori nella Robin Hood’s Bay.
Abbiamo lasciato la macchina in un parcheggio sulla scogliera e poi, a piedi, ci siamo diretti verso il centro del paesino dove solo gli abitanti hanno libero accesso.

La baia era meravigliosa, raccolta e silenziosa nonostante fosse piena di turisti.
Il paese era un gioiellino ricco di negozietti, di piccoli pub e di piccoli cottage per le vacanze.

Abbiamo fatto un velocissimo giro per il paese e per le sue vie minuscole fino ad arrivare nella microscopica piazza principale affacciata sul mare.
Nella piazza si trova un piccolo centro visitatori organizzato dal National Trust con giochi didattici per bambini, spiegazioni sulla marea e mostra di piccoli fossili.
Una piccola enciclopedia interattiva.

Poi ci siamo allungati sulla spiaggia con i nostri stivali da pioggia ai piedi.
Abbiamo raccolto conchiglie e sassi portati dal mare.
Ci siamo bagnati grazie a onde piu’ alte del previsto e siamo rimasti a mollo per un po’.
Whatever the weather.

L’ultimo saluto alla baia e alla nostra mini vacanza lo abbiamo fatto da un pub molto carino che affacciava sul paese.
Una piccola merenda molto inglese prima di tornare sui nostri passi, prima di tornare a casa.


Nessun commento:

Posta un commento