mercoledì 13 aprile 2016

Tra LIBRI e SCATOLONI


Amiamo tanto la nostra casa nel milanese.
L’avevamo comperata meno di due anni prima della nostra partenza per l’estero. Gli scherzi della vita.
L’avevamo arredata secondo i nostri gusti e riempita di foto e bei ricordi.
L’abbiamo lasciata sola in questi nostri tre anni all’estero tornando a trovarla per pochi giorni all’anno.
E una casa sola e’ una casa che tende a morire, anche se nuova.



Ma ora e’ arrivata l’occasione giusta di prestarla a qualcuno che amiamo e che sappiamo ne avra’ cura al posto nostro.
Per questo motivo, la settimana che abbiamo appena trascorso in Italia non e’ stata per niente di relax. Abbiamo viaggiato su e giu’ per l’Italia, fatto una tappa in Svizzera e rivolato su Londra.
E tra tutto questo andare e venire abbiamo iniziato a rifare scatoloni delle nostre cose che avevamo lasciato in Italia per fare spazio ai prossimi inquilini.
Tra le varie cose i nostri libri.
Tra i vari libri, i miei libri dell’infanzia.

Ho iniziato ad essere un’accanita lettrice in quinta elementare.
Lo ricordo come fosse ieri.
E della serie De Agostini Ragazzi, alcuni libri li ho conservati gelosamente fino ad oggi.
Settimana scorsa li ho inscatolati per l’ennesima volta.
Ma uno l’ho portato via con me, in UK, per leggerlo al mio Grande.
Tocca a lui ora scoprire la storia dello Zio Tom e a me rileggerla insieme a lui.
Sono quasi emozionata.

1 commento: