mercoledì 3 agosto 2016

Passeggiando per i COTSWOLDS


Lo scorso weekend ho ricevuto il regalo, da tanto atteso, del mio compleanno.
Il mio compleanno cade in Aprile, ma con l’arrivo dei miei genitori, ho potuto riceverlo solo lo scorso weekend.
Due giorni via, io e Mr. F.
Due giorni tutti per noi.


Abbiamo deciso di passare la prima giornata immersi nella natura, nei meravigliosi Cotswolds e di fare una lunghissima passeggiata nella campagna inglese.
Siamo partiti dal famosissimo paesino di Bibury, ricco di turisti, che ci siamo lasciati alle spalle dopo pochissimi minuti per immergerci nei prati, nelle colline e nel verde inglese.

Una passeggiata in due. Una chiacchierata infinita di cose da grandi.
Niente soste, niente caramelle, niente storie.
E’ stata tutta una sequenza di chiacchiere e silenzi.
Di intesa e pace.
Fino all’arrivo delle mucche.
E dei torelli.
Nelle nostre passeggiate ho capito profondamente la differenza tra l’indiferrenza di una mucca quando attraversi la loro proprieta’ e l’attenzione che ti presta un toro.
Piu’ volte ci e' capitato di attraversare campi con tori.
E non mi e’ piaciuto per niente.
I tori si fermano appena ti vedono, ti fissano tutto il tempo e a volte ti seguono.
Non ci hanno mai fatto niente di male, ma posso assicurare che mi hanno messo spesso in difficolta’.
Anche questa volta.



Dopo mucche e torelli e’ arrivato il momento dei campi di grano.
Infiniti, gialli, bellissimi, abbaglianti.
E dei muretti a secco che adoro e non smettero’ mai di dirlo.
Siamo rimasti anche ad ammirare per un po’ la raccolta della senape, affascinante.



Le nostre tre ore di passeggiata sono terminate nuovamente nel paesino di Bibury accanto al suo caratteristico filare di cottage noto in tutto il mondo.
Una birra ghiacciata con patatine al pub del paese e poi in macchina per una breve visita alla cittadina di Cirencester nel cuore dei Cotswolds.



Lasciati i Cotswolds ci siamo spostati a Bath dove abbiamo cenato in un ristorantino meraviglioso e dove abbiamo passato la notte.
Il giorno dopo visita alla citta’ e al museo di una scrittrice che io personalmente amo, Jane Austen.
Ma questo sara' il post di settimana prossima.

1 commento:

  1. Finalmente vengo a leggerti con calma dopo questi ultimi giorni intensi. Che meraviglia! Ammetto che mi fa effetto l'idea di non fare soste caramelle, snack o pipi'! Vorrei provare presto il brivido! ;)
    Bibury come ben sai e' nella nostra lista ed ora c'e' ancora piu' voglia di andarci!

    Ti abbraccio forte e aspetto il prossimo post!

    Fabi

    RispondiElimina