mercoledì 11 gennaio 2017

Da Babbo Natale


Siamo una famiglia fortunata.
Ogni anno, a Natale, il nostro albero, ha il lusso di nascondere sotto i suoi rami tanti regalini.
Piccoli e grandi.
E anche quest’anno ci ha portato qualcosa da leggere.
A me leggere piace moltissimo. Mi piacciono i libri e leggo tanti generi diversi.
Spazio dalla letteratura per l’infanzia, a quella per ragazzi, a quella per adulti, cambiando genere ogni volta.
Leggo in italiano e da un po’ ho anche la fortuna di riuscire a leggere libri in inglese godendomi appieno la lettura.
Mr. F. legge tantissimo per lavoro, gli piace tenersi informato ed essere sempre aggiornato sugli eventi che riguardano tutto il nostro mondo. Ama anche i libri, ma Babbo Natale sa bene che sotto l’albero, l’abbonamento alla rivista The Economist avrebbe fatto un figurone. E cosi’ e’stato.


Ai miei bambini piacciono i libri. Non posso ancora dire se saranno lettori appassionati oppure no. Non leggono senza sosta ogni pomeriggio al rientro da scuola e nel weekend oltre alla lettura adorano fare anche tanto altro.
Amano ascoltare le storie che io leggo loro ogni sera. Quello si.
Abbiamo due momenti speciali la sera prima di andare a letto.
Il primo tutti insieme in una delle due camerette dove si legge un libro in inglese adatto alla Piccola di quasi 5 anni. Lo ascoltiamo tutti e 4 insieme.
Poi ognuno nel proprio letto e nella propria stanza.
Il secondo momento e’ mio e del Grande in camera sua, nel suo letto, con la sua piccola luce accesa.
Leggo io, un libro in italiano per la sua fascia d’eta’. Un solo capitolo alla volta.
E a lui piace moltissimo.
Poi lo saluto e lui legge ancora un po’. A volte un pezzo di libro, a volte un fumetto, a volte un’enciclopedia. In inglese questa volta.


Non so se i miei bambini saranno dei lettori come me da grandi, faranno le loro scelte.
Io continuo a leggere loro storie.
Il resto verra’ da se’.

Nessun commento:

Posta un commento