mercoledì 3 maggio 2017

ISLE of MULL: un gioiello scozzese


Seconda tappa del nostro meraviglioso viaggio in Scozia.
Abbiamo deciso di passare due giorni in una piccolissima e selvaggia isola: l’Isola di Mull.
Sabato 14 aprile siamo partiti da Glasgow in direzione Oban dove ci aspettava la barca che ci avrebbe portati, insieme alla nostra macchina, sull’Isola di Mull.
I bambini al massimo dell’emozione.
Abbiamo raggiunto Oban, cittadina molto piccola ma carina sull’oceano, giusto in tempo per una cioccolata calda in uno dei suoi caratteristici caffe’.
Dopodiche’ ci siamo imbarcati.

Tappa 1: Viaggio in traghetto.
In circa tre quarti d’ora, la nave ci ha portato sull’isola e tutto e’ stato molto veloce ed efficiente.
Il forte vento ci ha costretto a stare per la maggior parte del tempo all’interno della nave dove la Piccola ha trovato un’amichetta con cui giocare e il Grande e’ rimasto incollato al finestrino tutto il tempo.
 


Tappa 2: Da Craignure alla spiaggia di Fionnphort.
Sbarcati a Craignure intorno alle 13 ci siamo diretti a sud ovest dell’isola per visitare la spiaggia di Fionnphort.
Due ore di macchina in solitaria dove abbiamo capito quanto selvaggia e sperduta sarebbe stata la nostra esperienza.
La strada, in parte asfaltata, ad una corsia ma con tantissime piazzole per permettere il doppio passaggio era affascinante e anche molto sicura.
Case trovate: veramente poche. Ospedali: non ne parliamo. Persone: men che meno. Animali: in grandi quantita’.
 


Tappa 3: spiaggia di Fionnphort.
Per me la piu’ bella.
Abbiamo lasciato la macchina accanto a qualche camper e poche tende di altri turisti avventurosi e ci siamo catapultati verso la spiaggia.
E’ piaciuta a tutti.
Silenziosa, solitaria, affascinante e piena di tesori.
Ci siamo arrampicati, abbiamo fatto foto, abbiamo fatto gli stupidini, siamo stati in silenzio e abbiamo annusato il profumo dell’oceano.
 



Tappa 4: Rush hour, ora di punta.
Ci avevano avvisati che trovarsi sulle strade nell’ora di punta non sarebbe stata una cosa banale. Sul sito dell’isola c’e’ un video youtube che spiega bene come guidare in questa meraviglia sperduta in mezzo all’oceano.
Insomma, la poca gente incontrata ci aveva detto che durante l’ora di punta si sarebbero potuti trovare animali sulla strada che tornavano verso le loro stalle e avrebbero potuto causare ritardi.
Manco fossimo sulla tangenziale di Milano!
Eppure e’ stato cosi…il nostro tragitto dalla spiaggia a Salen dove si trovava il nostro B&B ha preso piu’ tempo del previsto.
Uomo avvisato, mezzo salvato …
 

Tappa 5: panoramica verso Salen.
Intorno alle 17 abbiamo lasciato la spiaggia per dirigerci verso il B&B che si trovava nel paese di Salen a due ore da Fionnphort.
Abbiamo percorso una panoramica mozzafiato dove il pericolo principale era l’attraversamento delle lontre.
Arrivati in paese, composto da pochissime case, un albergo e un ristorante, abbiamo cenato al ristorante e siamo rientrati nel nostro B&B.
 

Tappa 6: Calgary Beach.
Il mattino di Pasqua, dopo aver fatto una veloce Easter Egg Hunt in camera e aver aperto le nostra uova di cioccolato, ci siamo diretti a nord ovest dell’isola per visitare Calgary Beach.
Spiaggia che da’ il nome alla piu’ nota cittadina canadese.
Altra spiaggia, altra avventura.
 

Tappa 7: Da Calgary Beach a Tobermory.
Dopo Calgary Beach ci siamo diretti a Tobermory, cittadina a Nord Est dell’Isola.
 

Tappa 8: Tobermory.
Tobermory e’ indubbiamente la cittadina piu’ grande dell’isola.
Un delizioso paese di pescatori con le case tutte colorate che lascia tutti un po’ a bocca aperta. Proprio in questo paese viene girato Balamory, uno show per bambini che viene trasmesso sulla CBeeBies.
Show adorato dalla Piccola che era tutta emozionata a ritrovare le case e i luoghi che vede spesso in tv.
In Tobermory abbiamo pranzato in una bakery da dieci stelline mangiando prodotti locali e bevendo birra del posto.
Sempre in questa piccola cittadina abbiamo visitato l’acquario locale e abbiamo partecipato ad una sessione in cui i bambini potevano toccare alcuni degli abitanti dell’acquario: stelle marine, granchi, paguri, ricci di mare e altri esserini vari.
 



Tappa 9: Da Tobermory a Craignure.
A meta’ pomeriggio ci siamo diretti nuovamente verso il centro-sud-est dell’isola dove ci aspettava il traghetto che ci avrebbe portato sulla terra ferma.
Un’esperienza straordinaria questa dell’Isola di Mull che ci rimarra’ sempre nel cuore!

 

Nessun commento:

Posta un commento