mercoledì 18 ottobre 2017

In transito


Da tempo sapevo che avrei dovuto essere in Francia per lavoro questa settimana. 
Sapevo che Mr. F se la sarebbe cavata alla grande con il Grande e la Piccola, cosi ho deciso che la cosa piu’ logica da fare per raggiungere la Francia dall’Inghilterra fosse passare dall’Italia. Ovviamente.
E quindi questa settimana ho viaggiato, tanto, da sola.


Non ho mai voglia di partire quando sono da sola. Poi quando sono dentro le stazioni, gli aereoporti, la vita in viaggio, inizio ad apprezzare il momento e anche a gustare i momenti in solitudine.
Ma non fino in fondo…viaggiare con la mia famiglia e’ tutta un’altra cosa.




Ho ascoltato le persone parlare nelle stazioni e sui mezzi di trasporto.
Ho sentito lingue diverse e mi sono dovuta esprimere in lingue diverse perche’ in Francia l’inglese non basta.
Essere in transito e’ qualcosa che ti lascia dentro sensazioni strane. Piacevoli e spiacevoli.
Sono ancora in transito. Mi sento spesso in transito.
 

Nessun commento:

Posta un commento